In ricordo di mio Padre

Alfredo degli Uberti

Prorettore dello “Studium” Accademia di Casale e del Monferrato

socio fondatore dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano

Mio padre Alfredo degli Uberti, discendente da una famiglia storica del Monferrato (1), nacque a Casale Monferrato il 15 aprile 1923 e vi morì il 22 ottobre 2007.

Alfredodegliuberti

Nel 1977 alla fondazione del Kiwanis Club di Casale Monferrato creò il Premio “We Build” da attribuirsi a chi, pur non appartenendo ai club, desse prova di spirito kiwaniano, divenuto oggi il più importante riconoscimento distrettuale.

Dal 1980 mantenne ininterrottamente la carica di Prorettore dello Studium – Accademia di Casale e del Monferrato.
Lo Studium, Accademia di Casale e del Monferrato per l’Arte, la Letteratura, la Storia, le Scienze e le Varie Umanità, fu fondato nel 1476 dal principe Guglielmo I Paleologo Marchese di Monferrato dal 1464 al 1483 ed è l’erede morale delle antiche accademie degli Argonauti, degli Illustrati, dei Pellegrini e degli Operosi sorte nella Città di Casale Monferrato, antica capitale del Monferrato.
Svolge la sua attività culturale organizzando manifestazioni quali prolusioni e conferenze, ed editando pubblicazioni di elevato contenuto scientifico.
Le ammissioni nello Studium avvengono unicamente per cooptazione e solo su proposta del Prorettore o dei 5 senatori titolari delle sezioni arte, letteratura, storia, scienze e varie umanita. Attualmente ha circa 30 accademici, scelti fra i personaggi più rappresentativi dello scibile umano, fra cui ricordiamo i più recenti: i Premi Nobel Salvador E. Luria, Eugenio Montale, Rita Levi Montalcini, fra gli artisti Pietro Annigoni, Venanzo Crocetti e Luciano Minguzzi; fra gli storici Vicente de Cadenas y Vicent, Jacques Le Goff, Anna Maria Nada Patrone. Fra gli studiosi della musica e musicisti: Alberto Cesare Ambesi, Massimo Mila, Carolina Murat. Fra i letterati: Mario Luzi, Alessandro Cutolo, Ignazio Silone e il noto latinista Giuseppe Pittano. Fra gli statisti: Otto d’Asburgo, Walburga Douglas, Giovanni Goria nel momento in cui fu presidente del Consiglio dei Ministri, Giovanni Spadolini, che fu Presidente del Consiglio nel momento in cui fu Ministro della Pubblica Istruzione, l’onorevole Pier Luigi Romita nel momento in cui fu Ministro delle Politiche Comunitarie e il Presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini.
Fra gli Enti non dobbiamo dimenticare il Comitato Internazionale della Croce Rossa, il Real Colegio de España, l’Istituzione dei Cavalieri di Santo Stefano di Pisa, la Reale Arciconfraternita e Monte del SS.Sacramento dei Nobili Spagnoli nella R. Pontificia Basilica di S.Giacomo degli Spagnoli.

Realizzò sotto la sua dirigenza varie manifestazioni culturali, quali prolusioni, conferenze, dibattiti ed eventi culturali di vario genere facendo giungere a Casale Monferrato personaggi di rilievo, favorito anche dall’amicizia con politici quali gli onorevoli Giovanni Goria (2), Pier Luigi Romita (3), Riccardo Triglia e Adolfo Sarti.
Stabilì che l’ammissione nello Studium avvenisse solo per cooptazione e su proposta del Prorettore o dei 5 senatori titolari delle sezioni arte, letteratura, storia, scienze e varie umanità.

papa04

Premio Internazionale Infante Don Alfonso, Duca di Calabria; da sin.: Alfredo degli Uberti, S.A.R. Don Pedro Duca di Noto con Giuseppe Pittano e S.A.R. la Principessa Maria di Borbone Due Sicilie

Nel 1979 ideò il Premio Nazionale di pittura Leonardo Bistolfi e nel 1981 il Premio Internazionale Infante Don Alfonso, Duque de Calabria, come omaggio – in occasione dell’80° genetliaco – alla memoria di S.A.R. l’Infante Don Alfonso de Borbón y Borbón, Duque de Calabria (1900-1964), padre di S.A.R. l’Infante Don Carlos de Borbón y Borbón, Duque de Calabria, Presidente del Senato Accademico dello Studium e sino al 2005 presidente dell’Asociación de Hidalgos a fuero de España.

Oggi il Premio Internazionale Infante Don Alfonso, Duque de Calabria viene conferito congiuntamente dallo Studium e dall’Asociación de Hidalgos a fuero de España – Junta de Italia ogni qualvolta si voglia premiare alti meriti acquisti nell’arte, nella letteratura, nella storia, nelle scienze e nelle varie umanità.

A seguito della morte improvvisa di Salvatore Guerrera Rocca, Priore della Veneranda e Nobile Arciconfraternita dei Santi Apostoli di Casale Monferrato (è una delle più antiche istituzioni di carattere religioso della Città di Casale Monferrato, dal 1435 al 1708 capitale dell’omonimo Ducato) nonostante gravi problemi di salute, nel 2002 si trovò Priore a ricevere come confratello S.A.I.&R. l’Arciduca Otto d’Austria.
Durante il suo breve priorato volle modificare i Regolamenti rendendo l’Arciconfraternita più rigorosa nei criteri di ammissione.

image002 (1)

Chiesa di S. Pietro, da sin.: S.A.R. la Principessa Maria di Borbone Due Sicilie, S.A.R. il Duca di Noto e Alfredo degli Uberti

Al termine del mandato nel 2005 rinunciò alla rielezione e venne acclamato da tutti i confratelli Priore Onorario di quella sua Arciconfraternita, che un tempo accoglieva le famiglie ammesse al Consiglio Nobile di Casale Monferrato (per la cui ammissione era richiesto il more nobilium in origine di 300 anni ridotto poi nel secolo XVI a 200), ma che ormai era andata assumendo il soprannome di Arciconfraternita dei Principi per l’elevato numero di membri di Case già Sovrane appartenentivi.

image004 (1)

Da sin.: Giovanni Goria e Alfredo degli Uberti

Mio Padre fu Presidente dalla fondazione dell’Associazione Famiglia degli Uberti, socio fondatore dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano, della Scuola di Genealogia, Araldica e Scienze Documentarie, dell’Associazione Insigniti Onorificenze Cavalleresche e del Circolo dei Cento e non più Cento, membro di Famiglie Storiche d’Italia e dell’Asociación de Hidalgos a Fuero de España.
Ottenne vari riconoscimenti di prestigio, e fra i tantissimi ricordo solo: Cavaliere di Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, Cavaliere Gran Croce Onorario dell’Ordine di Nostra Signora della Concezione di Villa Viciosa, Cavaliere Gran Croce dell’Ordine Patriarcale di Sant’Ignazio d’Antiochia, varie Gran Croci di Sistemi Premiali Extra-Europei (a questo proposito desidero solo citare la Gran Croce dell’Ordine della Stella d’Etiopia, concessa da S.A.I. il Principe Ermias Sahle-Selassie Haile-Selassie, nipote dell’Imperatore Haile Selassie I, e Presidente del “Crown Council of Ethiopia” come testimonianza di pacificazione con i parenti del T. Col. Tommaso de Cristoforis, l’eroe di Dogali), Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Cavaliere dell’Ordine di San Gregorio Magno, ecc. Fu pure Socio d’Onore dell’Accademia di Marina dell’Ordine di Santo Stefano Papa & Martire.

degliUberti Stemma

Sebbene avesse interessi completamente diversi dai miei è stato il mio primo supporto e dietro alle quinte, senza mai comparire, sino agli ultimi tempi ha seguito tutte le attività ed avventure da me intraprese.

Pier Felice degli Uberti

(1) Vedi Libro d’Oro della Nobiltà Italiana, edizione XXIII, vol. XXVIII, 2005-2009, pp. 896-897; Hidalguia, maggio-agosto 1986, n. 196-197, pp. 389-413; Nobiltà, novembre-dicembre 2001, n. 45, pp. 581-598; Il Mondo del Cavaliere, luglio-settembre 2007, n. 27, pp. 83-87.

(2) On. Giovanni Giuseppe Goria (1943-1994), fu il più giovane Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, dal 28 luglio 1987 al 13 aprile 1988.

(3) On. Pier Luigi Romita (1924-2003), fu ministro per la Ricerca scientifica, ministro per gli Affari regionali, ministro del Bilancio. Ministro per le politiche comunitarie.

Salva

Salva